Design F.P.

INCENTIVI DECRETO FER-1

PREMIO RIMOZIONE AMIANTO

RITORNANO GLI INCENTIVI PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 

 

Dopo 6 anni di assenza, ritorna la possibilità di costruire nuovi impianti (o potenziarne di esistenti) godendo di Incentivi legati alla generazione di energia da fonti rinnovabili, tramite il "Decreto FER 1" ovvero il DM 4 luglio 2019.

Tramite l'iscrizione ad appositi registri si potrà partecipare a partire dal 30 Settembre 2019 a procedure di aste al ribasso al fine di rientrare nella graduatoria che assegna incentivi per questa prima procedura. L’asta è necessaria poiché vi è un limite di potenza installabile.

Sono previste 3 diverse tariffe incentivanti sull'energia immessa in rete [€/MWh] in base alla potenza [kWp] installata:

Potenza maggiore di 20 kWp e minore/uguale a 100 kWp => 105 €/MWh 

Potenza maggiore di 100 kWp e minore/uguale a 1000 kWp => 90 €/MWh

Potenza maggiore di 1000 kWp => 70 €/MWh

 

Gli incentivi saranno garantiti per i 20 ANNI di vita utile dell'impianto; nella partecipazione ad aste al ribasso è concessa di poter indicare una riduzione della tariffa incentivante richiesta da un minimo del 2% fino ad un valore massimo del 30% per poter avere una migliore posizione in graduatoria.

PREMIO RIMOZIONE AMIANTO

Particolarmente interessante risulta essere la tariffa PREMIO per la corretta rimozione e smaltimento dell'amianto pari a 12 €/MWh erogato su tutta l'energia prodotta; tale bonus infatti si va ad aggiungere alle tariffe sopra riportate, rendendo meno onerosa la messa in sicurezza degli stabili e fornendo la possibilità di auto-prodursi l'energia necessaria per l'attività produttiva senza doverla comprare interamente ad alti prezzi dalla rete.  

PREMIO AUTOCONSUMO

 

Un ulteriore premio è concesso agli impianti di potenza fino a 100 kWp su edifici, se infatti auto-consumeranno almeno il 40% dell'energia prodotta (valore ampiamente raggiungibile nei siti produttivi con numerosi macchinari) avranno diritto ad un bonus di 10€/MWh sull'energia auto-consumata.

Come accedere a tali incentivi?

 

Per poter iscriversi ad Aste e registri sono richiesti:

  • Titoli abilitativi alla costruzione e all'esercizio dell'impianto;

  • preventivo alla rete elettrica accettato in via definitiva;

  • registrazione al sistema GAUDI'  (Gestione delle Anagrafiche Uniche Degli Impianti di produzione e delle relative unità) validata del gestore di rete;

  • richiesta di partecipazione alle procedure sul portale del GSE (Gestore dei Servizi Energetici).

 

Tra i criteri di priorità per la formazione della graduatoria, il GSE, darà precedenza a chi installerà le colonnine di ricarica di auto elettriche, con potenza complessiva della ricarica non inferiore al 15% della potenza dell’impianto e con ogni colonnina di potenza pari ad almeno 15 kW, ideali per essere messe a disposizione di clienti e dipendenti dotati di auto elettrica.          

 

Es:

- Impianto da 1MWp necessita di almeno 10 colonnine da almeno 15 kW di potenza nominale.

- Impianto da 100kWp necessita di almeno 1 colonnina da almeno 15 kW di potenza nominale.

 

Lo Studio Venturelli vi affiancherà, come sempre ha fatto negli ultimi 20 anni, nella progettazione e nelle pratiche necessarie per poter concorrere a tali Aste e usufruire degli incentivi dedicati a chi si impegna ad attingere dalle Fonti di energia rinnovabili nel fare impresa

STUDIOVENTURELLI Srls - Via Marianini, 13 - 41123 Modena   P.IVA 03783360369   

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now